CHI SONO I SOCIOPATICI E COME RICONOSCERLI

Scritto da: Annalisa Barbier

 

 

Purtroppo, si sente sempre più spesso parlare di relazioni tossiche, disfunzionali e persino pericolose per la sopravvivenza di chi ne è coinvolto. La cronaca ne scrive quotidianamente: si tratta di relazioni con persone che possiamo definire – come scrive l’autrice del sito “Love Fraud”, Donna Andersen – SOCIOPATICI.

Con questo termine generico non voglio indicare una diagnosi clinica, ma una categoria di individui più o meno dannosi nelle relazioni con gli altri (soprattutto in quelle romantiche), caratterizzati da:

 

 

·             diagnosi cliniche diverse, che possono in parte sovrapporsi

·             comportamenti predatori e di sfruttamento degli altri

Con il generico termine “sociopatico” quindi, vengono indicati individui che possono ricevere diverse diagnosi cliniche indicate nel manuale DMD-5:

·             Disturbo antisociale di personalità (DAP)

·             Disturbo narcisistico di personalità (DNP)

·             Disturbo borderline di personalità (DBP)

E soprattutto la Psicopatia, che non è contenuta né indicata nel DSM-5 ma che è ben rappresentata da alcuni tratti del DAP e del DNP, quando questo ultimo soprattutto assume particolari caratteristiche di gravità e dannosità verso gli altri (Narcisismo Maligno, Narcisismo Perverso).

In ambito di ricerca gli autori tendono ad utilizzare prevalentemente il termine “psicopatia”, ma nella clinica spesso si usa genericamente il termine “sociopatico”. Tuttavia esiste una certa confusione e sovrapposizione di termini sia in ambito clinico che di ricerca, della quale parlerò in un prossimo articolo e che non è mio obiettivo affrontare qui.

In questo articolo, mi interessa condividere alcune fondamentali conoscenze di base per imparare a individuare questi predatori sociali.

 

CHI SONO I SOCIOPATICI

I sociopatici sono dei predatori sociali: sfruttano gli altri per raggiungere obiettivi personali come denaro, potere, notorietà, soddisfacimento sessuale o status sociale, e lo fanno in maniera subdola e pericolosa: MANIPOLANDO LE PERSONE I ATTRAVERSO I LORO SENTIMENTI E LE LORO  EMOZIONI.

Il risultato delle loro macchinazioni sono:

  • traumi psicologici e fisici
  • bancarotta
  • a volte la morte della vittima

quindi è molto importante:

  • accettare il fatto che ESISTONO DAVVERO persone con le caratteristiche che andremo a esaminare
  • imparare a RICONOSCERLI in tempo per potersi salvare

I sociopatici sono sia uomini che donne, e NON SONO AFFATTO PAZZI come potremmo ingenuamente credere. Sono anzi persone dotate di una spiccata intelligenza, spesso colte, carismatiche ed affascinanti, capaci di essere amabili e brillanti ,quando questo è necessario per agganciare e raggirare la vittima.

 

Ecco come il Dottor Robert Hare, uno dei  più grandi studiosi di psicopatia a livello mondiale, descrive gli psicopatici nel suo libro “Without Conscience: the disturbing world of psychopath among us”:

 

Gli psicopatici sono predatori sociali che seducono, manipolano  e si fanno spietatamente strada nella vita, lasciandosi alle spalle una scia di cuori spezzati,  aspettative distrutte e portafogli svuotati.  Completamente privi di coscienza e sentimenti verso gli altri, egoisticamente essi prendono ciò che vogliono e fanno ciò che desiderano, violando le norme sociali le aspettative degli altri senza il più pallido senso di colpa o rimorso.” *

 

Queste persone possono essere anche molto pericolose, ed esistono milioni di esse intorno a noi - anche se non vorremmo crederlo possibile: le statistiche stimano che dall’1%  al 4% della popolazione è affetta da psicopatia, fino al 6% è affetta da disturbo narcisistico e fino al 6% della popolazione è affetta da disturbo borderline di personalità.

Alcune di queste persone hanno manifestato comportamenti francamente criminali e sono in prigione per i reati commessi, ma molte altre agiscono più o meno indisturbate intorno a noi, muovendosi in modo ambiguo in quella zona grigia tra ciò che è legale e ciò che non lo è, eludendo le autorità e comportandosi come se le normali regole non si applicassero a loro. Questi individui possono SEMBRARE PERFETTAMENTE NORMALI quando vogliono agganciare una vittima, anzi sanno indossare la maschera del collega perfetto, dell’amico perfetto e dell’amante perfetto finché fa loro comodo. Per poi manipolare e sfruttare a loro piacimento la vittima designata, lasciandola traumatizzata, addolorata, senza soldi e in alcuni gravi casi, senza vita, come la cronaca ci mostra.

Vediamo ora quali sono le caratteristiche importanti per riconoscere un predatore sociopatico:

1)    INIZIALMENTE APPAIONO PERFETTI: sanno dare di loro esattamente l’immagine che ci aspettiamo e desideriamo dall’incontro perfetto! Partner romantici che si presentano come principi azzurri… nuove conoscenze che sembrano essere l’amicizia perfetta di sempre, il nuovo capo che non sembra vero possa esistere…

2)     BRILLANTI, CARISMATICI E SOCIALMENTE PIACEVOLI: sanno perfettamente indossare queste maschere per entrare in contatto e agganciare le loro vittime;

3) BUGIARDI PATOLOGICI: mentono continuamente e senza timore per poter manipolare persone e situazioni

4)    IRRESPONSABILI E SPIETATI: non provano ansia, paura o rimorso. Non sanno mettersi nei panni degli altri quindi agiscono spietatamente e senza alcuno scrupolo per raggiungere i loro obiettivi.

5)    SUPERFICIALI: sono superficiali nel rincorrere i loro obiettivi, si annoiano facilmente, cambiano facilmente idea. Non hanno amici né lavoro fisso. Spesso non sono neanche in contatto con la loro famiglia di origine.

6)     SEMPRE ALLA RICERCA DI STIMOLI E DI NUIVE SFIDE: ricercano stimolazioni continue e di provare spesso il brivido dell’insolito.

7)    SESSUALMENTE PERVERSI: frequentemente mostrano attitudini e predisposizioni a comportamenti sessuali fuori dalla norma, richiedendo prestazioni sessuali particolari: sono promiscui e infedeli.

8)    MANIPOLANO E CONTROLLANO

9)    SONO FREDDI E PRIVI DI EMPATIA

10) NON PROVANO PAURA O ANSIA

11) LE REGOLE NON FANNO PER LORO: si ritengono speciali e al di sopra delle regole comunemente condivise dalla società. Avere a che fare con loro è come giocare allo stesso gioco ma seguendo regole completamente differenti, ovviamente create da loro!

12) HANNO COMPORTAMENTI ANTISOCIALI: un passato problematico con la legge o la famiglia di origine.

 

Attenzione dunque quando incontrate individui che all’inizio sembrano “troppo belli per essere veri”, ricordate che probabilmente non lo sono, e aprite bene gli occhi! Non esiste un trattamento o una terapia per queste persone, perché fondamentalmente lor stesse non reputano assolutamente di averne bisogno. Perciò occorre essere attenti e cauti al fine di salvaguardare la propria incolumità psicologica, finanziaria e finanche fisica.

*© 1993, Robert D. Hare, PhD

Scrivi commento

Commenti: 0