30 MOTIVI PER CHIUDERE UNA RELAZIONE TOSSICA

PREMESSA

 

 

Di: Dott.ssa Annalisa Barbier

 

NOTA: Per sole ragioni di praticità userò il maschile, ricordando ai lettori che i comportamenti indicati possono riguardare, con modalità simili o diverse,  anche il sesso femminile.

 

Molte persone purtroppo si sono imbattute e si imbattono in individui* caratterizzati da scarsa empatia, tendenza a sfruttare il prossimo, superficialità, sete di potere, controllo e denaro, mancanza di sentimenti, di senso morale e rimorso.

Questi individui vengono genericamente definiti “sociopatici” o “predatori sociali”, e sono caratterizzati dalla attitudine a sfruttare ed usare gli altri secondo il loro bisogno, lasciandoli psicologicamente e spesso anche materialmente a terra: privi di autostima, senza più amici o una rete sociale cui fare riferimento e spesso senza denaro né lavoro.

Fortunatamente, una crescente attenzione viene dedicata da alcuni anni ad informare e sensibilizzare il pubblico al fine non solo di aiutare le vittime dei predatori sociali ad uscire dalla relazione tossica e a recuperare dopo la rottura, ma soprattutto al fine di riconoscere ed evitare questi individui e le relazioni tossiche cui danno vita: relazioni in grado di provocare un vero e proprio trauma nel partner a causa delle caratteristiche manipolatorie, abusanti e predatorie della rapporto stesso.

 

In questo articolo esporrò  30 SEGNALI RELAZIONALI DI ALLARME che possono aiutare a identificare le persone tossiche, senza dimenticare tuttavia che identificare le caratteristiche dell’altro è solo la metà del lavoro.

L’altra metà consiste:

a) Nell’imparare a IDENTIFICARE LE PROPRIE SENSAZIONI E PERCEZIONI in risposta ai loro comportamenti;

b) Nell’imparare a rendersi consapevoli e riconoscere le FRAGILITA’ che rendono facili prede di tali individui;

c) Nel rendervi conto di quando i vostri tentativi di far andare la relazione o di far capire all'altro come vi sentite e quanto scorretto sia un suo comportamento diventano CONTROPRODUCENTI, ESTENUANTI E PRIVI DI RISULTATO.

 

Per conoscere di più sulle caratteristiche di predatori sociali e sociopatici potete leggere i miei precedenti articoli: RELAZIONI PERICOLOSE ISTRUZIONI CONTRO L'ABUSO; IMPARARE A VEDERE: IL PRINCIPE AZZURRO DIVENTA GRIGIO; CHI SONO I SOCIOPATICI E COME RICONOSCERLI; PER RICONOSCERE UN SOCIOPATICO SFATIAMO I FALSI MITI e consultare internet per ulteriori articoli.

I 30 INDICATORI

 

1)     GASLIGHTING: ormai conosciamo bene questa forma di violenza psicologica, nella quale alla vittima sono presentate informazioni false e distorte, con l’obiettivo di farla costantemente dubitare della sua stessa memoria e percezione. I sociopatici negano palesemente di aver detto o fatto qualcosa. Quando messi di fronte alla realtà dei fatti assumono un atteggiamento vago e sprezzante, accusando la vittima di “prendersela” troppo o di essere “pazza” e troppo sensibile. Questo atteggiamento può andare dal semplice voler minare la sicurezza in se stessa della vittima, alla volontaria decisione di farla passare per pazza (vedi il film di George Cukor “Angoscia (gaslight)”, dal quale il nome di questa forma di violenza psicologica).

 

2)     MANCANZA DI EMPATIA: superfluo soffermarci su questo tratto, tipico dei sociopatici. Attenzione se vi trovate, nella relazione, a fare sforzi crescenti e privi di risultato, nel tentativo di fargli capire come vi sentite di fronte ai suoi comportamenti: non solo non lo capiranno ma si mostreranno estremamente infastiditi o disinteressati.

 

3)     IPOCRISIA “ON DEMAND”: queste persone hanno aspettative molto alte su fedeltà, lealtà e correttezza da parte vostra. Pretendono molto da voi. Peccato però che queste regole non si applichino assolutamente al loro comportamento: menzogne, tradimenti, manipolazione e critiche saranno infatti il pane quotidiano della relazione, seguendo la massima “fai come ti dico e non come faccio”. Sono opportunisti dell’ipocrisia, finalizzata a farvi sentire in scacco e inadeguate.

 

4)     PATOLOGICA TENDENZA A MENTIRE E TROVARE SCUSE: La colpa è sempre di qualcun altro e mai loro: perciò hanno sempre menzogne e scuse pronte per giustificare e razionalizzare qualsiasi loro comportamento, anche quando non necessario.  Spendono più tempo a razionalizzare e giustificare ciò che fanno e dicono che a curare la relazione. E se colti in flagrante senza possibilità di negazione, si mostreranno completamente privi di senso morale e di rimorso o addirittura faranno in modo di dare a colpa a voi.

 

5)     FOCALIZZARSI SUI VOSTRI ERRORI: se state discutendo con loro su un comportamento offensivo o irrispettoso che hanno avuto, faranno in modo di “rivoltare la frittata” portando la discussione a focalizzarsi su un vostro precedente errore o una piccola mancanza. Vi ritroverete così a cercare disperatamente di essere “perfette” per essere inattaccabili ai loro occhi. Ma sarà inutile.

 

6)     VI RITROVATE A SPIEGARE IL SIGNIFICATO DEL RISPETTO UMANO AD UN ADULTO: una persona adulta non ha bisogno di spiegazioni o insegnamenti su cosa sia il rispetto per un altro essere umano. Loro sì. Perché non ne hanno e non gli interessa averne. Perciò attenzione a non ritrovarvi impelagati in estenuanti quanto inutili tentativi di insegnamento su onestà, fedeltà e rispetto…

 

7)     EGOISMO E CONTINUO BISOGNO DI ATTENZIONI: il loro costante e divorante bisogno di attenzioni e ammirazione prosciugherà le vostre energie come un vampiro. Anche se vi siete illuse di essere le sole a poter soddisfare il loro bisogno di adulazione, sappiate invece che chiunque può andar bene in questo ruolo e di fatto, spesso i sociopatici hanno una scorta di fan adoranti pronte a dar loro la dose di ammirazione e attenzione di cui hanno bisogno. La verità è che nessuno può riempire il vuoto dell’anima di un sociopatico.

 

8)     VI ACCUSANO DI PROVARE EMOZIONI CHE HANNO VOLUTAMENTE PROVOCATO: flirtano palesemente con le altre – soprattutto sui social, dove tutti possono vedere – e vi accusano di essere gelose e paranoiche. Mentono senza pudore e vi accusano di essere diffidenti, di non riporre fiducia in loro e di essere “pazze”, cambiano costantemente le carte in tavola e vi accusano poi di essere squilibrate e “bipolari”. Insomma, pare si divertano a far nascere in voi le emozioni più forti e dolorose per poi accusarvi di essere psicologicamente “disturbate”, pazze, inaffidabili, isteriche.

 

9)     VI RITROVATE A FARE IL DETECTIVE: non vi è mai successo prima, ma ora vi ritrovate su Facebook a scorrere meticolosamente i post e le foto sulla sua bacheca, andando indietro di anni se necessario, nel tentativo di scoprire qualcosa che neanche sapete, per trovare una spiegazione a quella strisciante sensazione di inquietudine alla quale non sapete ancora dare un nome.

 

10)                       SIETE LE UNICHE CHE VEDONO LA SUA VERA FACCIA: gli psicopatici sanno fingere molto bene dando di loro un’immagine patinata e brillante in pubblico, sebbene in privato adottino comportamenti scorretti e distruttivi di sfruttamento, manipolazione, tradimento e menzogna. Avranno dunque sempre uno stuolo di fans pronti/e ad adularli. A voi resta la consapevolezza crescente di essere le sole testimoni di certe brutture, senza riuscire a comunicare all’esterno come vi sentite e ciò che sta davvero accadendo nella relazione.

 

11)                       LA MINACCIA DELL’ABBANDONO: vi ha convinte che le discussioni mettono a repentaglio la vostra relazione. Così, vi ritrovate ad avere paura di esprimere il vostro disappunto, la vostra rabbia o disaccordo poiché temente che vi lascerà. Ogni vostro tentativo di migliorare la comunicazione cadrà dunque in un gelido e doloroso silenzio e fastidio da parte sua. Imparerete allora a scusarvi subito e a perdonare tutto, pur di non discutere.

 

12)                       LENTA E COSTANTE SVALUTAZIONE: vi critica con atteggiamento sprezzante ed ironico e, quando cercate di esprimere il vostro pensiero o sentimento, vi svaluta. Così come svaluta erodendo, lentamente e costantemente, la vostra intelligenza, la vostra sensibilità e le vostre idee, assumendo un atteggiamento sminuente e di sufficienza nei vostri confronti. Finite con il sentirvi sciocche, prive di qualsiasi attrattiva e a perdere completamente la fiducia in voi stesse, nelle vostre percezioni e nel vostro valore.

 

13)                       MINANO LA VOSTRA AUTOSTIMA NEGANDOVI ATTENZIONI E RICONOSCIMENTO: se all’inizio le sue attenzioni erano tutte per voi, nel tempo questo atteggiamento cambia completamente, fino a diventare una chiara manifestazione di disinteresse e disprezzo. Vi riservano il “trattamento del silenzio” sempre più spesso e si infastidiscono se tentate di ricreare la passionale e profonda relazione che LORO avevano iniziato. Vi iniziate a sentire come un impiccio o un dovere per loro…

 

14)                       LA LETTURA DEL PENSIERO: iniziano a non dare alcuna spiegazione dei loro comportamenti. Si allontanano o ritornano senza dirvi nulla, pretendendo che siate voi a capire il perché (incomprensibile ovviamente) delle loro azioni. Prendono decisioni importanti parlandone con altri ma senza consultarvi, adducendo la scusa che voi non siete state in grado di capire cosa vogliono. Addirittura potreste venire a sapere che si sono confidati con tutti meno che con voi, sull’ipotesi di interrompere la relazione.

 

15)                       VI RITROVATE A DESIDERARE SEMPRE DI PIU’ LA LORO APPROVAZIONE: vi sentite sempre in competizione con le altre – perché così fa in modo che sia il vostro partner – e siete cadute nella spirale del perfezionismo pur di ottenete un briciolo di approvazione e un complimento da parte del sociopatico. La qual cosa, ovviamente, non accadrà facilmente...

 

16)                       UN INSOLITO NUMERO DI PERSONE “DISTURBATE” NEL LORO PASSATO: ogni ex o amico che non sia tornato da loro viene etichettato come pazzo, alcolista, bipolare o con altri appellativi offensivi. Che sia chiaro: parleranno di voi come parlano di queste persone, al loro prossimo obiettivo. 

 

17)                       SCATENANO VOLUTAMENTE LA VOSTRA GELOSIA: lo faranno facendo finta di nulla, giocando a fare gli innocenti e accusandovi di essere squilibrate! Si comporteranno in modo da farvi costantemente dubitare di non essere importanti per loro, di essere meno attraenti e intelligenti di altre donne. Useranno i social per fare nuove amicizie femminili e riempire le loro bacheche di scherzi e complicità facendovi ingelosire, per poi accusarvi di travisare tutto e di essere paranoiche. È un gioco sottile, subdolo, giocato sul filo del malinteso e dell’ambiguità, ma non lasciatevi trarre in inganno dalle loro funamboliche giustificazioni e spiegazioni: se nello stomaco sentite che qualcosa non vi convince, date ascolto al vostro intuito.

 

18)                       INIZIALE IDEALIZZAZIONE E LOVE BOMBING: all’inizio si presentano come le vostre perfette anime gemelle. Sono totalmente in sintonia con i vostri desideri e bisogni, vi riempiono di attenzioni e complimenti e vi considerano la donna perfetta. Vogliono subito andare a vivere insieme, sposarvi o avere figli da voi. Vi sembra TROPPO BELLO PER ESSERE VERO. E infatti NON LO È. Il sogno è destinato a finire brutalmente, trasformandosi in una triste realtà fatta di svalutazioni, bugie, silenzi accusatori, disinteresse, tradimenti e dolorose triangolazioni.

 

19)                       VI PARAGONANO CONTINUAMENTE CON GLI ALTRI E LE EX: al inizio vi paragona con le sue ex e con altre persone considerandovi speciali e facendovi sentire le migliori. Poi qualcosa cambia… dalle sue parole sembra che tutti siano migliori di voi. Le sue ex, i suoi amici, le sue amiche. Le fidanzate dei suoi amici si comportano e sono sempre meglio di voi. Insomma vi paragona continuamente e da questi paragoni siete destinate, per definizione, ad uscire perdenti.

 

20)                       FINISCONO PER SVALUTARE LE QUALITA’ CHE INIZIALMENTE APPREZZAVANO IN TE: all’inizio sottolinea i vostri pregi, le vostre fantastiche e rare qualità sono per lui fondamentali pietre di paragone con il resto del mondo. Salvo, più in là nella relazione, utilizzare queste vostre stesse caratteristiche ritorcendovele contro. Vi ritroverete a provare disperatamente ad essere all’altezza delle sue aspettative ma capirete prima o poi che si tratta di tentativi fallimentari, perché il gioco è “ti svaluto a prescindere”, quindi nulla vi permetterà di tornare ad essere ciò che lui diceva che foste all’inizio della relazione. Ricordate: è come un gioco di ruolo, la realtà di ciò che siete davvero c’entra molto poco.

 

21)                       LE CREPE NELLA MASCHERA: ogni tanto – e sempre più spesso -  scorgerete delle crepe nella maschera del partner perfetto che ama indossare. Vi accorgerete che dietro al principe azzurro che una volta avete creduto di vedere, alberga segretamente un’anima fredda, a volte sadica, amorale, manipolatrice e anaffettiva. Scorgerete attraverso certi suoi comportamenti sgradevoli, che l’uomo che avete accanto NON E’ la persona che vi aveva fatto credere di essere.

 

22)                       SI ANNOIANO FACILMENTE, BISOGNO CONTINUO DI STIMOLI. OVVERO SENSATION SEEKING E NOVELTY SEEKING: i sociopatici hanno costantemente bisogno di stimoli. Sono sempre circondati da persone, sono costantemente ammirati e sembrano occuparsi di mille cose (di solito in modo superficiale). Si disinteressano ed annoiano molto facilmente delle persone e delle attività e passano velocemente da uno stimolo all’altro. E da una persona all’altra. Cercano il brivido, la novità e le sensazioni stimolanti. Presto vi sentirete inferiori perché preferite costanza e familiarità.

 

23)                       TRIANGOLANO CONTINUAMENTE: si circondano costantemente di ex, corteggiatrici e persone che li adulano. Si tratta spesso anche di persone che prima avevano paragonato a voi ritenendovi superiori e che ora invece considerano interessanti e stimolanti. Hanno bisogno di adulazione ed ammirazione e la prendono ovunque. Questo potrà farvi sentire disorientate, e vi darà la sensazione di non essere mai all’altezza delle loro aspettative.

 

24)                       ABUSI PRIVATI E PUBBLICHE VIRTÙ: agli occhi degli altri, i sociopatici faranno bene attenzione a mostrarsi buoni, interessati, coerenti, amorevoli… ma la realtà che voi conoscete è un’altra: fatta di abusi psicologici, manipolazione, tradimenti, triangolazioni e svalutazioni. Tuttavia, questa realtà sarà molto ben nascosta agli occhi del mondo e diventerà difficile per voi parlarne e farvi capire dagli altri, che vedono ancora nel vostro partner il compagno perfetto che lui vuole apparire.

 

25)                       STORIE STRAPPALACRIME: per estorcere la vostra compassione e la pietà, e fare leva sui vostri buoni sentimenti e sul bisogno di sentirvi uniche, vi racconteranno storie strappalacrime su quanto hanno sofferto nell’infanzia, su come siano stati incompresi o traditi dalle loro ex, su quanto dolorosamente sia stata minata la loro fiducia nel prossimo… tutte balle. Non ci cascate e tenete sempre sotto controllo le vostre sensazioni di pancia, e la coerenza delle loro azioni con le loro parole.

 

26)                       CICLO DELL’ABUSO: IL BASTONE E LA CAROTA: il ciclo dell’abuso prevede l’alternarsi di momenti in cui il vostro partner sociopatico appare dolce, affettuoso e innamorato riempiendovi di attenzioni e complimenti, a momenti in cui vi giudica e svaluta ferocemente, in cui mette in discussione le vostre percezioni e vi paragona alle altre, facendovi sentire inadeguate e sbagliate. Davanti agli altri si mostrerà affettuoso e amorevole ma in privato vi tratterà con disprezzo e disinteresse. Non capirete più a che punto siete nel suo cuore, e la speranza di tornare ad essere nuovamente la sua anima gemella – come vi fece sentire all’inizio -  vi spingerà a sopportare per lungo tempo angherie e abusi. Di intensità crescente.

 

27)                       DIVENTANO IL CENTRO DELLA VOSTRA VITA: ad un certo punto vi rendete conto che la vostra vita ruota intorno a lui. Vivete nel tentativo di farvi amare ed approvare e di evitare che lui sia deluso, vi disprezzi o vi disapprovi. Vi siete isolate da amici e famiglia per il timore di creare imbarazzi o motivi di discussione, probabilmente avete persino rinunciato al vostro lavoro e avete finito con il pensare ossessivamente a cosa vi sta accadendo e a come porre rimedio a quelle che credete essere le vostre mancanze. Pensate costantemente a come e cosa fare per far andar bene le cose, ma è una domanda sbagliata, e resterà senza risposta. A questo punto possono manifestarsi con intensità crescente disagi psicologici come disturbi d’ansia, del sonno e dell’alimentazione, problemi di salute fisica e depressione

 

28)                       SEMINANO DISCORDIA: vi parlano male degli altri in maniera subdola. Sono falsi e hanno una doppia faccia; davanti agli altri si mostrano con loro amichevoli e gentili ma alle loro spalle ne dicono di tutti i colori. Vi portano a prendere in antipatia persone che nemmeno conoscete, solo per come e parlano con voi, e voi gli avete creduto. Sappiate che, a buon bisogno, torneranno a fare gli amici di tutti coloro che hanno precedentemente giudicato, svalutato e offeso. E probabilmente voi vi troverete isolate e sole.

 

29)                       VI SENTITE SEMPRE PIU’ ANSIOSE, INQUIETE E PREOCCUPATE: gli iniziali sentimenti di amore e compassione si sono trasformati in ansia, paura, attacchi di panico. Vivete con una costante sensazione di vaga inquietudine, legata al non sapere mai cosa accadrà con il vostro partner. Siete convinte di non poter vivere senza di lui eppure comprendete nel vostro cuore che c’è qualcosa che davvero non va e che non ce la farete ad andare avanti a lungo.

 

30)                       SONO SPIETATI: non avranno alcuno scrupolo nel mostrarsi pubblicamente felici e soddisfatti accanto ad una nuova partner. Pubblicando foto e commenti sui social faranno allegro sfoggio della loro nuova conquista, completamente disinteressati al vostro dolore o forse lusingati da esso… in ogni caso ricordate sempre che per voi la tortura è finita con la fine della relazione e che questo dolore passerà. Ora sarà la nuova fiamma a dover fare i conti con il vostro ex tossico e i suoi schemi ricorsivi.

 

Scrivi commento

Commenti: 10
  • #1

    paola (martedì, 29 agosto 2017 20:43)

    E" lui !!Senza alcun dubbio, mi ha fatto tutto questo.Io però sono sparita dal suo radar da tempo.puf via che dirà ora.Che sono Pazza? Sicuramente ;ma non ho dato e chiesto nessuna spiegazione, mi sono semplicemente documentata su questi replicanti senza coscienza.

  • #2

    Francesca Mignemi (mercoledì, 30 agosto 2017 09:34)

    Mi ritovo nella maggior parte dei paragrafi ed veramente duro dover constatare la verità di questa realtà amara
    Da comprendere

  • #3

    Lucia (mercoledì, 30 agosto 2017 11:38)

    Incredibilmente tutto vero. Aggiungerei inoltre che nella famiglia di origine si comporterà da vero tiranno sfruttando e maltrattando verbalmente il più debole (nel mio caso la madre) e quando glielo fai notare, risponderà;"tu non sai com' è cattiva quella donna. Stalle alla larga... Non sai ciò che mi ha fatto e mi fa male parlarne..."
    Ma lui non ne farà mai a meno (cosa che troveremo strana da subito)...ma la sfrutterà a più non posso economicamente...Mentre a noi dirà male anche della nostra famiglia allontanandoci da loro...E arriva il giorno che ci si sente sposate con tutta la sua famiglia che deciderà cosa fare e non fare senza il nostro parere...e quando ci accorgeremo che sono tutti e 3 così: lui, la madre e il padre...sarà una tortura ancor maggiore pensare di salvare almeno i figli da questa disfnzionalità distruttiva �

  • #4

    Marco (martedì, 06 marzo 2018 00:43)

    È. La mia ex ! Mi ha manipolato come un povero idiota ! ... Non so dove ho trovato la forza per riuscire a staccarmi da questa sanguisuga... Sono rimasto senz risorse.... Soldi ed energia... Sono stati dal 2014 gli anni più tristi e feroci ke abbia mai vissuto.... Vivo costantemente con il desiderio di morire... Non trovo più le forze per trovare delle motivazioni per continuare questa esistenza... Non riesco a fidarmi più di nessuno..... In special modo del genere femminile. Esistono... Anche al femminile... Purtroppo... Non me lo meritavo.ho dato tutto me stesso...non mancandole mai di rispetto per oltre 9 anni...ora mi trovo a 52 anni solo senza energia... E con un desiderio costante... Domani mattina non risvegliarmi più...

  • #5

    Annalisa (martedì, 06 marzo 2018 17:08)

    Gentile Franco, grazie per aver condiviso la sua esperienza. Comprendo il suo malessere; le suggerisco di rivolgersi ad un terapeuta e di chiedere sostegno per superare questo momento difficile. può essere difficile, ma possibile e ne vale la pena per poter stare meglio.

  • #6

    Fabio (giovedì, 05 aprile 2018 14:03)

    Esatto in tutti gli aspettti.... sono senza parole, vi é descritta per filo e per segno la mia storia di quasi 3 anni con una ragazza del genere....ne sono uscito scappando a gambe levate il giorno che non ne potevo più....mi stava distruggendo
    Ho poi ritrovato la mia autostima ed ho comunciato a capire la realtà solo una volta uscito...prima era tutta una confusione totale!

  • #7

    Alessandra (venerdì, 06 aprile 2018 15:22)

    Si può trasporre tutto questo in una relazione amicale? Grazie

  • #8

    Annalisa (venerdì, 06 aprile 2018 18:44)

    Certamente si. Con le dovute differenze chiaramente legate al diverso contesto relazionale.

  • #9

    Mariella (lunedì, 23 aprile 2018 07:44)

    Chiedo scusa ma non me la sento di usare il mio nome vero, questo è falso. Pochi giorni fa ho deciso di lasciarlo, per l'ennesima volta, perchè mi ritrovo in tutto quello che c'è critto qui ed anche di peggio. Sono anni ormai che cerco di lsciarlo ma chissà come ogni volta riesce a confondermi e convincermi a farmi continuare la relazione, che chiaramente va sempre peggio perchè lui gioca al rialzo, mi fa sopportare cose sempre più sgradevoli e inizio a pensare che sia solo per mettermi alla prova, perchè gli piace vedere quanto mi ha soggiogato. Il punto è che ho paura di lasciarlo, ma non da adesso, da tempo, perchè sono convinta che sarebbe capace di vendicarsi e perchè chiaramente fa sempre paragoni con le sue ex "lei è stata in grado di lasciarmi pacificamente e siamo rimasti amici per anni" "quell'altra mi ha tradio e mi sono vendicato dopo un anno che l'avevo lasciata", tante cose che mi hanno bloccato in una situazione in cui faccio anche fatica ad uscire di casa serenamente e ogni aspetto della mia vita scolastica, lavorativa e persino la sfera delle amicizie è compromessa. Ho iniziato ad andare da un psicologa e presto le comunicherò questa mia decisione di allontanarmi definitivamente da lui e spero possa aiutarmi a capire qual'è il modo migliore per andarsene. Ho cercato a non ho trovato articoli che dicano "come lasciare il sociopatico/narcisista". Sfrutta tutte le mie esperienze neggative passate per farmi vivere nell'angoscia e nella paura, oltre che nella continua ricerca della eprfezione, pure nel modo in cui dobbiamo lasciarci.

  • #10

    Annalisa (lunedì, 23 aprile 2018 10:29)

    Ne parli con la sua psicologa. Non si arrenda alla paura ma, con saggezza e determinazione, prenda definitivamente la sua decisione senza più lasciarsi influenzare da speranze, o minacce velate e non velate... questo tipo di rapporti non va migliorando magicamente con il tempo. Piuttosto tende a scivolare in una escalation di sofferenza, rabbia,, paura e tristezza...